Statuto

STATUTO DELLA SOCIETÀ ITALIANA DI FISIOLOGIA VETERINARIA

(Adeguamento approvato nella Assemblea straordinaria del 16 settembre 1998 al fine di ottenere le agevolazioni fiscali previste dal D. Lgs. 4.12.1997, n. 490)

 

Art. 1

È costituita una libera Associazione denominata "SOCIETÀ ITALIANA DI FISIOLOGIA VETERINARIA".


Art. 2

L`Associazione ha sede in Ozzano Emilia, Via Tolara di Sopra n.50.


Art. 3

L`Associazione ha carattere scientifico e divulgativa ed è senza fini di lucro. E` vietata la distribuzione, anche in modo indiretto, di utili o avanzi di gestione, nonchè di fondi, riserve e capitale durante la vita dell`Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.
Ha lo scopo di promuovere e divulgare la Fisiologia Veterinaria, mirando fondamentalmente a:

  1. incoraggiare e sostenere i suoi membri nelle attività collegate ed a sostegno del progresso della ricerca scientifica nel campo biologico;
  2. collaborare con Enti ed Istituzioni interessate al benessere, alla salute ed alle produzioni degli animali;
  3. promuovere ed incentivare la realizzazione di attività didattiche e divulgative per i diversi livelli della formazione universitaria pre e post laurea, in primo luogo nelle Facoltà di Medicina Veterinaria e per i corsi di aggiornamento, particolarmente per i medici Veterinari, negli aspetti caratterizzanti e specialistici nelle discipline fisiologiche;
  4. collaborare con le altre Associazioni Scientifiche Veterinarie e con le altre Associazioni scientifiche per le quali si riconoscano coincidenze di obiettivi, sia in sede nazionale che internazionale.

 

Art. 4

La durata dell`Associazione è fissata fino al 31 dicembre 2050 e potrà essere prorogata con delibera dell`assemblea straordinaria dei soci. L`esercizio finanziario chiude al 31 dicembre di ogni anno.

 

Art. 5
Possono essere Soci i cultori delle Scienze fisiologiche veterinarie.

 

Art. 6
I Soci si distinguono in:
1) Soci Ordinari;
2) Soci Associati e candidati;
3) Soci Onorari.

La qualifica di Socio Ordinario compete a tutti coloro che sono ritenuti cultori con requisiti di congrua, continua e provata appartenenza ed esperienza nel campo delle Scienze fisiologiche Veterinarie.
La qualifica di Socio Associato e candidato compete, rispettivamente, a tutti coloro che sono ritenuti cultori o si avvicinano al mondo delle scienze fisiologiche veterinarie, ma non posseggono i requisiti sopracitati per il socio ordinario.
Coloro che intendono divenire Soci ordinari, Associati o candidati debbono presentare apposita domanda al Consiglio Direttivo che delibererà in merito a maggioranza assoluta. La richiesta di ammissione dovrà essere corredata da un curriculum da cui risulti il livello scientifico e/o didattico nel campo delle scienze fisiologiche veterinarie.
Possono essere nominati soci onorari gli studiosi di riconosciuto valore scientifico e/o che hanno acquisito particolari benemerenze presso l`Associazione. La nomina viene conferita con voto unanime dall`Assemblea dei soci su proposta del Consiglio Direttivo. I soci onorari non possono fare parte degli organi direttivi dell`Associazione.

 

Art. 7
Le risorse finanziarie dell`Associazione provengono:
- dalle quote associative, l`ammontare delle quali sarà determinato dall`Assemblea generale dei soci su proposta del Consiglio Direttivo;
- da contributi di Enti pubblici e privati;
- da eventuali liberalità.

 

Art. 8
Gli associati cessano di appartenere all`Associazione per morte, dimissioni o esclusione. Il recesso dell`sssociato può avvenire in ogni momento; la dichiarazione di recesso deve essere comunicata per iscritto al Comitato Direttivo ed ha effetto immediato.
L`esclusione è pronunciata dal Comitato Direttivo con delibera motivata contro gli associati:
- che non partecipino alla vita dell`Associazione ovvero che tengano comportamenti contrari agli scopi dell`Associazione;
- che non eseguono in tutto o in parte il versamento delle quote sociali e ogni altro versamento richiesto dal Comitato Direttivo e/o dall`Assemblea per il conseguimento dell`oggetto sociale per tre anni consecutivi;
- che non adempiono i doveri inerenti alla qualità di associato o gli impegni assunti verso l`Associazione.
Tale provvedimento dovrà essere comunicato all`associato dichiarato decaduto il quale, entro trenta giorni da tale comunicazione, può ricorrere all`Assemblea mediante raccomandata inviata al Presidente dell`Associazione.
L`associato che per qualsiasi motivo cessi di far parte dell`Associazione perde qualsiasi diritto sul patrimonio sociale.
La quota sociale è intrasmissibile, ad eccezione del trasferimento per causa di morte, e non è rivalutabile. Non è possibile una partecipazione temporanea alla vita associativa.
Tutti gli associati maggiori di età hanno diritto di voto per l`approvazione e le modificazioni dello Statuto e degli eventuali regolamenti e per la nomina degli organi direttivi dell`Associazione.

 

Art. 9
Sono organi della Società Italiana di Fisiologia Veterinaria.

- il Presidente;

- l'Assemblea dei soci;

- il Consiglio Direttivo.

 

 

Art. 10
Il Consiglio Direttivo è composto da cinque membri elettivi così ripartiti:

1 - Presidente;
2 - Vice Presidente;
3 - tre membri.

I componenti del Consiglio Direttivo sono eletti tra i soci ordinari durante un`Assemblea Ordinaria con votazione a scrutinio segreto e con la maggioranza assoluta dei votanti. I componenti possono essere rieletti alla scadenza del mandato, la cui durata è di un quadriennio. Nel caso dovesse rendersi vacante un posto nel Consiglio Direttivo subentrerà il socio non eletto che ha ottenuto più voti. Nella prima riunione del Consiglio Direttivo, convocata dal Consigliere più anziano, vengono designati il Presidente ed il Vice-Presidente, tra i componenti e viene nominato il Segretario-Tesoriere.
Il Presidente ha la rappresentanza legale dell`Associazione, convoca e presiede l`Assemblea dei Soci ed il Consiglio Direttivo, esercitando tutte le funzioni demandategli dallo Statuto.
In caso di impedimento, le funzioni del Presidente sono esercitate dal Vice-Presidente. Il Segretario-Tesoriere partecipa alle riunioni del Consiglio Direttivo senza diritto di voto.

 

Art. 11
L`Assemblea è costituita da tutti i Soci. L`Assemblea ordinaria è convocata almeno una volta l`anno e ogni volta che il Consiglio Direttivo ne riconoscerà l`urgenza o nel caso nei quali sarà fatta richiesta motivata da almeno un decimo dei Soci.
La convocazione viene disposta dal Presidente con avviso scritto da inviare ai soci venti giorni prima della data dell`Assemblea.
In prima convocazione l`Assemblea é validamente istituita quando è presente la metà dei Soci più uno, in seconda convocazione qualunque sia il numero dei intervenuti.

 

Art. 12
L'Assemblea ordinaria delibera in merito:

- alla relazione del Presidente sull`attività svolta dall`Associazione nell`anno precedente;
- al rendiconto economico e finanziario dell`anno in corso;
- alla nomina del Presidente, del Vice Presidente e dei componenti del Consiglio Direttivo a seguito di votazione;
- alla sede del convegno scientifico annuale;
- alle questioni relative alla gestione ed alle attività sociali;
- alle quote sociali;
- alla decadenza dei soci;
- all`ammontare delle quote sociali.

Tutte le deliberazioni sono prese a maggioranza assoluta dei votanti.
Nel caso di seconda convocazione, l`Assemblea sarà valida qualunque sia il numero dei soci o dei voti e delibererà sempre a maggioranza semplice.
Per le delibere concernenti le modifiche dello Statuto sarà tuttavia necessario il voto favorevole di almeno due terzi degli associati.
La convocazione dell`Assemblea può avvenire, almeno venti giorni prima della riunione, mediante comunicazione scritta inviata tramite lettera o tramite telefax, con il consenso degli interessati. In caso di urgenza la convocazione potrà essere fatta tramite invio di telegramma inoltrato almeno due giorni prima della data prevista per la riunione.
Ogni socio a diritto ad un voto, qualunque sia il valore della quota.
Ogni associato può farsi rappresentare da un altro associato. Tuttavia nessun associato può rappresentare più di cinque associati.
Le deliberazioni dell`assemblea dovranno rimanere depositate presso la sede sociale per un periodo di trenta giorni decorrente dalla loro adozione, affinché gli associati possano prenderne visione.

 

Art.13
I componenti del Consiglio Direttivo agiscono in stretta collaborazione con il Presidente e sono tenuti ad esprimere un parere sopra ogni argomento di natura scientifica e/o tecnica proposto dal Presidente o dai soci. Decidono il programma dei Convegni, delle riunioni e dell`attività scientifica dell`Associazione. Procedono alla scelta dei temi e degli oratori delle relazioni speciali che vengono programmate.

 

Art. 14
Il Segretario-Tesoriere svolge i compiti inerenti alla organizzazione tecnico-amministrativa dell` Associazione e partecipa alle sedute del Consiglio Direttivo. Provvede alla gestione dei fondi disponibili e del patrimonio dell`Associazione conformemente alle direttive del Presidente ed alle deliberazioni del Consiglio Direttivo e predispone il bilancio.

 

Art. 15
Le proposte di modifiche statutarie possono essere avanzate dal Consiglio Direttivo o essere presentate per iscritto al Presidente da almeno un terzo dei soci, unitamente alla richiesta di convocazione di una apposita Assemblea straordinaria, da indire senza ritardo.

 

Art. 16
L`eventuale istanza di scioglimento dell`Associazione deve essere indirizzata al Presidente per iscritto da parte della maggioranza assoluta dei soci ordinari.
Il Presidente convocherà un`Assemblea straordinaria ed in caso di scioglimento dell`Associazione, che potrà verificarsi solo con il voto dei due terzi dei soci ordinari, la medesima Assemblea adotterà le conseguenti deliberazioni.
In caso di scioglimento dell`Associazione, per qualsiasi causa, il patrimonio dell`Ente sarà obbligatoriamente devoluto ad altra associazione con finalità analoghe o a fini di pubblica utilità, sentito l`organismo di controllo di cui all`art.3, comma 190 della legge 23 dicembre 1996, n. 662 e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

 

Art. 17
Per quanto non previsto dal presente Statuto, si fa riferimento a quanto previsto dalla legge.

 

Firmato Federico Chiesa, NOTAIO SCACCIA Giovanni.

powered by Sinergiaweb.it